DISTURBI DELLA PROSTATA, I SEMI DI ZUCCA IN AIUTO‏

I principi attivi dei semi di zucca sono indicati peri malesseri dell’apparato urinario che derivino da nervosismo, esposizione al freddo, astenia e debolezza come incontinenza, infiammazioni della vescica e cistiti.

I semi di zucca si ottengono proprio dalle zucche e quindi potenzialmente il miglior modo per procurarseli è coltivare zucche ed essiccarne i semi.

La prostata è un organo dell’apparato genitale maschile, adibito alla produzione ed emissione del liquido seminale.

La prostata può ingrossarsi e portare, soprattutto con l’avanzare dell’età, a problemi di minzione, bruciori dovuti a urina stagnante legati a stati di infiammazione, problemi a tutto l’apparato urinario con sensazione di svuotamento non completo, sgradevolezza nel momento della minzione e bisogno di urinare spesso anche di notte.

La composizione dei semi di zucca è ad alto valore biologico perché ricca di acidi grassi essenziali monoinsaturi e polinsaturi. In particolare è ricco di acido linoleico e minerali come fosforo, magnesio, ferro, manganese, rame e zinco. Inoltre sono presenti vitamine: A, B1, B2 e B3.

Comunque sono ottimi anche i semi di zucca sgusciati e possono essere poi preparati a casa sotto forma di granella, di polvere o si possono sgranocchiarli così, al naturale.

Sarà sufficiente estrarli dalla polpa, asciugarli e lasciarli all’aria per un paio di giorni per poi conservarli in un vaso di vetro protetti e ben chiusi. Alcuni tostano i semi leggermente in forno ma questo diminuisce parte dei nutrienti e dei principi attivi.

L’uso continuativo di semi e olio di zucca ha permesso di ridurre i sintomi dell’ipertrofia prostatica sino all’80% e i risultati si iniziano a percepire già dalle prime settimane di introduzione dei semi di zucca nella propria dieta.

Tra le sostanze specifiche troviamo gli steroli, la concurbitina e altri oligoelementi e fitosostanze che concorrono all’attività antinfiammatoria, soprattutto rivolta al tessuto prostatico. La concurbitina è in particolare un vermifugo e aiuta più in generale il benessere dell’apparato urinario, anche quello femminile.

I semi di zucca vantano una lunga e consolidata tradizione popolare contro i vermi intestinali, l’enuresi notturna dei bambini e le affezioni della prostata.

Oltre al modesto contenuto di vitamina E, che non si discosta molto dai più comuni ed economici olio di soia, o di arachidi, l’olio di semi di zucca è indicato per la sua ricchezza in betasteroli.

Quest’ultima sostanza è un ormone derivato dal testosterone per opera dell’enzima 5-alfa-reduttasi, coinvolto, tra l’altro, nell’iperproliferazione delle cellule prostatiche.
Per tutti gli uomini e in particolare per quelli che hanno l’ipertrofia prostatica, o altre patologie legate alla prostata, alla vescica e ai genitali, è opportuno sottolineare l’importanza di un alimentazione corretta, eliminando la causa che ha portato al problema.

Oggi, l’olio di semi di zucca è largamente impiegato come rimedio fitoterapico utile nella cura dell’ipertrofia prostatica benigna. Un ingrossamento anomalo della prostata che è caratterizzato da disturbi minzionali (diminuzione del calibro e del getto urinario, nicturia, urgenza minzionale, minzione intermittente, minzione frequente, ecc.).

I semi di zucca sono dei piccoli semi di colore verde scuro e alla forma piatta, racchiusi in un guscio di colore grigio chiaro.
Questi semi, vengono raccolti quando la zucca è matura, ovvero nel periodo compreso tra settembre e novembre, prima che inizino le gelate. Poi i semi, tolto il guscio che li ricopre, possono essere consumati crudi, oppure tostati al forno.

Esistono alcuni snack croccanti ai semi di zucca i cui ingredienti sono solo due: semi di zucca e miele.

Tra i principali costituenti dei semi di zucca troviamo sali minerali quali il ferro, il rame, il magnesio, il manganese, il fosforo e soprattutto zinco, contenuta in una concentrazione particolarmente elevata, tant’è che i semi di zucca rappresentano uno degli alimenti più ricchi di zinco in assoluto.

L’olio di semi di zucca è recentemente salito alla ribalta per le sue proprietà fitoterapiche, in particolare per tutti i maschietti che soffrono di problemi alla prostata.

I semi di zucca rappresentano inoltre una ricca fonte di vitamine del gruppo B, in particolare di niacina e di vitamina E, potente antiossidante. Infine nei semi di zucca sono presenti gli acidi grassi omega-3 ed omega-6, carotenoidi e fitosteroli.