Prostata ingrossata: sintomi, cause, cura, rischi, dieta e rimedi naturali

La prostatite può essere causata da un’infezione batterica e più raramente da infezioni micotiche, virali o da protozoi.

La prostata è una ghiandola dell’apparato genitale maschile della grandezza di una noce, posta subito al disotto della vescica e davanti all’intestino retto, è attraversata dalla uretra, che convoglia per l’escrezione le urine provenienti dalla vescica. La sua funzione è la secrezione del così detto liquido prostatico. Questo all’atto della eiaculazione viene convogliato nell’uretra e qui si unisce ad altri fluidi escreti per costituire insieme a questi il liquido seminale.

L’iperplasia è comune negli uomini dopo i 50 anni ed è probabilmente legata alle variazioni ormonali soprattutto di testosterone.

Iperplasia prostatica benigna

limitare lo stress.

Anche alcuni farmaci che agiscono sull’ipofisi, impedendo di stimolare i testicoli alla produzione di testosterone, possono essere efficaci nei primi stadi della malattia.

Infiammazioni di uretra e vescica. Lo svuotamento incompleto della vescica favorisce proliferazione di germi e batteri con possibilità di infezione.

In caso di tumore alla prostata l’ingrossamento si accompagna a:

Anche la radioterapia è efficace per tumori localizzati. E comunque usata anche per alleviare il dolore nei casi di diffusione del cancro prostatico alle ossa.

A tutto ciò si aggiunge che esistono riscontri sperimentali che anche gli estrogeni sono coinvolti nello sviluppo della malattia.

Flusso delle urine, che fuoriesce dal meato del glande, debole e di portata ridotta.

Formazione di calcoli nella vescica. Causato dal ristagno delle urine.

Incontinenza con aumento della diuresi notturna (nicturia).

L’IPB può condurre ad una serie di complicanze tutte strettamente correlate all’incompleto svuotamento della vescica ed al ristagno di urine. Esse sono:

Non trattenere le urine e procedere all’evacuazione nel momento in cui si avverte il primo stimolo. L’attesa provoca contrazione dei muscoli della vescica che peggiorano i sintomi della IPB.

Uretrocistoscopia. Consiste nell’inserire nella vescica attraverso l’uretra un catetere con una fonte luminose e fibre ottiche. L’apparecchio consente al medico di esaminare l’interno di uretra e vescica.

Estratto dei frutti della Serenoa repens. E una palma nana che cresce lungo la costa atlantica del Nord America.

Se il trattamento farmacologico fallisce e si è in presenza di severa sintomatologia si può prendere in considerazione l’ipotesi di un intervento chirurgico, tenendo comunque presente che l’operazione può comportare diversi rischi.