Prostata urinare cu sange

Per eseguire l’esame l’urologo invita il paziente a sdraiarsi sul lettino e raccogliere le ginocchia vicino al petto; con l’uso dei guanti verrà quindi inserito un dito precedentemente lubrificato nel retto per valutare la condizione della prostata (infiammazione, ingrossamento, tumore, …).

  • ingrossamento della prostata (ipetrofia prostatica benigna),
  • calcoli urinari,
  • assunzione di alcuni farmaci, tra cui anticoagulanti, aspirina e altri antidolorifici e antibiotici,
  • esercizio fisico intenso,
  • presenza di un’infezione batterica o virale, come streptococco o epatite,
  • storia familiare di malattia renale.

La presenza di altri sintomi è strettamente correlata alla patologia sottostante.

  • cancro della vescica o del rene,
  • malattie della coagulazione del sangue, come l’emofilia,
  • anemia falciforme, una malattia genetica in cui il corpo produce globuli rossi di forma anomala,
  • rene policistico, una malattia genetica caratterizzata dalla presenza di numerose cisti sui reni.
  • Infezioni del tratto urinario: Si verificano quando i batteri entrano nel corpo attraverso l’uretra e cominciano a moltiplicarsi nella vescica. I sintomi possono includere un bisogno permanente di urinare, dolore e bruciore durante la minzione e un odore sgradevole e forte nelle urine.
  • Infezioni renali: Si verificano quando i batteri riescono a raggiungere i reni; i segni e i sintomi sono spesso simili alle infezioni della vescica, anche se più spesso sono causa di dolore al fianco e febbre.
  • Calcoli renali: In presenza di cristalli che possono formarsi nei reni e/o nelle vie urinarie, possono manifestarsi dolori lancinanti.
  • Ipertrofia prostatica benigna: La prostata, che si trova appena sotto la vescica e che circonda la parte superiore dell’uretra, spesso inizia a crescere verso i 50-60 anni; l’aumento di volume può comportare la compressione dell’uretra e disturbare così il flusso dell’ urina; i segni e sintomi principali comprendono quindi difficoltà a urinare e un bisogno urgente o persistente. L’infezione della prostata (prostatite) può causare gli stessi segni e sintomi.
  • Tumore: Purtroppo spesso non si verificano sintomi precoci e la presenza di sangue può essere segno di patologia già avanzata.

Attraverso la ricostruzione di una dettaglia storia clinica del paziente il medico raccoglierà i primi indizi per la formulazione di una diagnosi; verrà chiesto al paziente di elencare malattie passate, attuali sintomi e disturbi, uso di farmaci e integratori, …

Dato il tipo di disturbo l’esame delle urine è un test chiave per la diagnosi, che permette di raccogliere ulteriori importanti informazioni sulle possibili cause.

In caso di ematuria il medico prescriverà alcuni approfondimenti per capirne la causa, avvalendosi di:

Le persone con ematuria macroscopica che comprende la formazione di coaguli di sangue nelle urine possono avere dolore alla vescica o dolore alla schiena.

C’и da preoccuparsi? Cosa puт essere la causa?

COSA E’ L’EMATURIA

In una percentuale significativa di traumi dell’apparato urinario e in particolare quelli che riguardano i reni , la vescica e l’uretra ( in cui puт essere presente anche uretrorragia) puт essere presente ematuria.

L’ematuria da patologia nefrologica (glomerulare o interstiziale) и di solito associata alla presenza al microscopio ,di cilindri e proteine nelle urine, mentre nell’ematuria da patologia urologica i globuli rossi presenti tendono ad avere una forma tondeggiante.

Nei tumori dell’uretra (patologia comunque rara) и di solito presente “uretrorragia”, cioи fuoriuscita di sangue dall’uretra stessa al di fuori della minzione. Molto spesso l’ematuria и causata da una patologia benigna della prostata denominata “ipertrofia prostatica benigna”.

Puт essere provocata dalla presenza di calcolosi delle vie urinarie (nel rene, nell’uretere, nella vescica), in questo caso di solito associata alla presenza della sintomatologia dolorosa tipica della colica.

Ragazzi da cosa puт dipendere il sangue nelle urine?

Puт essere associata a tumori dell’apparato urogenitale (rene,uretere, vescica, prostata,uretra).

L’ematuria puт essere “macroscopica” cioи visibile ad occhio nudo o “microscopica”, cioи evidenziabile mediante tecniche di laboratorio o, piщ semplicemente, con particolari “striscie” che contengono i reagenti